Miglioramento della situazione dei posti di tirocinio: panoramica delle misure ipotizzabili

La situazione attuale grava sul normale percorso che porta alla scelta di una professione e sulle procedure di assunzione, tra cui gli stage d’orientamento o i colloqui di lavoro. I partner della formazione professionale hanno deciso di affrontare insieme questi problemi. Tuttavia, al momento non è dato sapere quali saranno le ripercussioni concrete del coronavirus sul mercato dei posti di tirocinio e per le persone in cerca del primo impiego, ripercussioni che dipenderanno dall’andamento della pandemia.

Non è la prima volta che la Svizzera si trova a dover gestire crisi di questo genere. Per risolverle esistono già strumenti collaudati, che devono essere riattivati e aggiornati. Le basi giuridiche che permettono di finanziare i progetti e stabilire in maniera chiara i ruoli dei diversi partner sono già disponibili (art. 13 LFPr).

Nella ricerca di soluzioni occorre tenere conto dei seguenti principi:

  • evitare agli apprendisti inutili passaggi intermedi: nei limiti del possibile preferire l’inizio immediato del tirocinio piuttosto che le soluzioni o le formazioni transitorie;
  • se possibile continuare a organizzare tirocini duali invece di sostituirli con offerte ad impostazione scolastica;
  • estendere le strutture esistenti invece di crearne di nuove.

La presente panoramica intende illustrare ai Cantoni e alle organizzazioni del mondo del lavoro le misure a disposizione, specificando in quali settori possono essere intensificate e in quali è possibile rinnovare l’offerta.

Gli esempi presentati qui di seguito non sono esaustivi ma hanno lo scopo di descrivere alcune modalità di realizzazione. Se avete altri esempi potete segnalarceli scrivendo a sandra.mueller@sbfi.admin.ch.
Il presente documento viene aggiornato regolarmente.

Le persone di contatto dispongono dell’esperienza necessaria nella realizzazione delle misure a livello cantonale o settoriale.